Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

I principi ispiratori della Carta del Centro Studi della Scoliosi sono quelli sanciti dalla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27/01/94 “ Principi sull’erogazione dei servizi Pubblici”, secondo quanto già assicurato dalla pubblica amministrazione nell’esercizio dei suoi poteri di direzione, controllo e vigilanza, come previsto dalla citata Direttiva:

Trasparenza :

adottiamo e verifichiamo il completo rispetto delle regole delle disposizioni contrattuali rendendo riconoscibili facilmente tutti i Pazienti e cerchiamo di far sì che le nostre procedure siano di facile comprensione per tutti.

Eguaglianza: 

questo principio trae fondamento dall’art. 3 della Costituzione ed impegna le istituzioni al rispetto della dignità della persona senza distinzione. L’accesso ai servizi deve essere uguale per tutti: nessuna discriminazione nell’erogazione del servizio può essere compiuta per motivi riguardanti sesso, razza, lingua, religione ed opinioni politiche. Coerentemente con questo principio la struttura sanitaria deve uniformare la propria azione al rispetto di esigenze particolari, quali sono quelle rappresentate da soggetti deboli (disabili) che si rivolgono ai suoi servizi.

Imparzialità:

Gli operatori sanitari, parasanitari, amministrativi e non del Centro Studi della Scoliosi hanno l’obbligo di ispirare i propri comportamenti, nei confronti degli utenti, a criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità. In funzione di tale obbligo si interpretano le singole clausole delle condizioni generali e specifiche di erogazione del servizio e le norme regolatrici di settore.

Cortesia e disponibilità:

Tutto il personale è a disposizione per soddisfare  le esigenze e le richieste dell’utenza.

Continuità: 

Nel rispetto reciproco delle regole i servizi sono assicurati ininterrottamente. 

Partecipazione: 

L’utente ha il diritto di ottenere dalla struttura informazioni relative alle prestazioni dalla stessa erogate, alle modalità di accesso ed alle relative competenze. Ha il diritto di ottenere dal personale preposto che lo ha in cura  informazioni complete e comprensibili in merito alla terapia prescritta.

L’utente può, inoltre, produrre memorie e documenti, prospettare osservazioni e formulare suggerimenti per il miglioramento del servizio.

Efficacia ed efficienza:

I servizi devono essere erogati in modo da garantire l’efficacia e l’efficienza. Con efficacia s’intende  corrispondenza fra il servizio erogato e i bisogni espressi, con efficienza s’intende il raggiungimento di un risultato gestionale ottimale nel rapporto tra qualità delle prestazioni, grado di soddisfazione del cliente, livello di informazione e di partecipazione, risultato delle azioni di prevenzione, cura e riabilitazione.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn